WINNER 2014 and 2017 GOLDEN WEB

WINNER 2014 and 2017 GOLDEN WEB
BEST ALTERNATIVE ART MAGAZINE

Sunday, March 1, 2009




Entr'ouvert by Vivien Ayroles and Stefano Marchionini Confirmed to contribute to TRY STATE

The work presented here originates in our desire to integrate photographic images of different origins into diptychs, whose nature is to shed new light on their constituent parts. The combination of the images chosen here shows the relation between man and the urban or rural landscape, the relation between ‘internal’ (the intimate dimension) and ‘external’ (the social dimension). It is our wish to avoid whatever narrative might originate from the single images used in the diptychs : there is no story, there is no text. This lack of causality between the two images of the diptych will allow the single viewer to form his own response. We expose man to an image of himself and of his constructions of natural and artificial bodies.

Il lavoro presentato nasce dalla volontà di integrare immagini fotografiche dalle diverse origini in un sistema, quello proprio del dittico, teso ad accogliere e riflettere, con una nuova luce, le parti che lo compongono. L’associazione di queste immagini mostra la relazione fra l’uomo e il paesaggio urbano, o rurale. Il rapporto fra interno (dimensione intima) ed esterno (dimensione sociale). Il tentativo è quello di evitare l’imposizione di una narratività scaturita da immagini contigue: non si cerca di raccontare una storia, non c’è un testo. Per questo non vi è causalità fra le due immagini che compongono il dittico: sono assemblate di modo che ogni persona possa riconoscervi una suggestione differente. Esponiamo l’uomo a un’immagine di sé e delle sue costruzioni di corpi, naturali o artificiali.

No comments:

Post a Comment

Note: Only a member of this blog may post a comment.